martedì 22 luglio 2008

Digitale Terrestre? No, P2P di quarta generazione

Il broadcasting televisivo, domani, potrebbe essere completamente gestito via peer-to-peer. Ne sono convinti i ricercatori e sviluppatori di P2P-Next, ma anche la Comunità Europea che ha deciso di finanziarne il rispettivo progetto con ben 20 milioni di euro.

Il cosiddetto P2P di quarta generazione consentirà via BitTorrent operazioni di downloading e anche di streaming televisivo. Ovviamente al momento la prima applicazione disponibile, SwarmPlayer, appare ancora piuttosto "grezza" e limitata ma gli intenti sono pregevoli.

Sebbene il software sia utilizzato da poco più di una ventina di tester, su piattaforme Windows, Mac e Linux, nei prossimi mesi il coinvolgimento di altri utenti potrebbe produrre una decisiva accelerazione allo sviluppo. Bisognerà comunque attendere l'opinione dell'industria del settore intrattenimento per comprendere le reali potenzialità del nuovo P2P: lo streaming tv è allettante, ma potrebbe approfittarne anche la pirateria.

Fonte: http://www.tomshw.it

Io lo sostengo da anni, se i broadcaster usassero anche dei web server per lo streaming televisivo si creerebbe un'altro settore nel mercato televisivo... Io lo userei di sicuro.

Nessun commento:

Posta un commento