giovedì 7 agosto 2008

Storia di colui che non voleva usare Vista ed ha avuto i soldi indietro



Comprare un PC
spesso significa ritrovarsi con software preistallati che non si volevano. E adesso con Microsoft che obbliga i produttori di hardware a includere Vista (e non XP), questi software indesiderati possono significare un intero sistema operativo. Ciò implica che una parte del prezzo di ogni PC venduto è in realtà il costo del software e che gli utenti di XP si ritrovano costretti, loro malgrado, a comprare Vista. E’ così, c’è poco da fare, a meno che non facciano come un utente che ha trovato un semplice escamotage: non accettare la licenza d’uso del software destinata all’utente finale.
La maggiorparte delle persone cliccano su “Accetto” senza pensarci due volte. Ma che succede se non accettate affatto quei termini e quelle condizioni? In realtà se non accettate le condizioni della licenza potete di chiedere il rimborso del costo del software. Un utente ha usato questa tecnica per riavere indietro 200$ da HP prima di installare Linux sul suo PC. Se siete interessati ai dettagli di questa storia perché volete seguire l’esempio, cliccate qui e leggete l’intera vicenda.

Fonte: http://www.gizmodo.it

Cosa buona e giusta...

Nessun commento:

Posta un commento