martedì 9 settembre 2008

Tutti alla ricerca del bosone di Higgs in diretta web grazie all’LHC del CERN

Ore 9.00 am di Mercoledì 10 settembre 2008: questo è il giorno che vi dovete segnare; il giorno in cui sarà messo in moto l’accelleratore di particelle più grande mai realizzato al CERN. Il suo nome tecnico è LHC (Large Hadron Collider), e grazie ad esso si cercherà di dare una risposta concreta ad alcuni dei più grandi enigmi della fisica:

  • esplorare la fisica delle altissime energie – oltre il TeV;
  • ricercare evidenza empirica del bosone di Higgs;
  • cercare prove a sostegno della teoria della supersimmetria, un significativo passo avanti rispetto al modello Standard, l’attuale formulazione della fisica delle particelle;
  • studiare gli effetti delle collisioni tra ioni pesanti accelerati, principalmente ioni di piombo e di calcio.

Se volete online trovate anche il manuale tecnico, nel caso doveste decidere di costruirne uno; vi avviso però che vi servirà un’area pari ad una circonferenza di 27 Km e dovrete metterlo a circa 50 metri di profondità. Con qualche sacchetto del ghiaccio poi dovrete cercare di mantenere la temperatura del CMS a circa -270° (forse se siete un Cavaliere dello Zodiaco tipo Cristal potrebbe riuscirvi più facile, ma solo dopo che avrete combattuto contro Acquarius). Il CMS è il più grande magnete mai realizzato (misura 21 metri di lunghezza x 16 di diametro) ed è il cuore del progetto LHC.

Quello che rende ancor più importante la pubblicazione di questo articolo, è il fatto che voi potrete assistere alla diretta web del momento in cui pigeranno il bottone. Come? è molto semplice, ed avete due possibilità:

  1. la prima è via web, seguendo il webcast a questo indirizzo;
  2. la seconda è via satellite, ed in tal caso vi rimando alla pagina relativa per avere maggiori dettagli.

Non sono un esperto in materia, ma se la mia memoria non m’inganna in merito al progetto da quando se ne è iniziato a parlare mesi e mesi fa alcuni criticavano la pericolosità di esperimenti simili in quanto potrebbero dare vita a buchi neri che potrebbero, come dire, costarci caro.

Se volete maggiori informazioni, cliccate qui!

Diamo quindi inizio alle danze!

Fonte: http://www.mytechnology.eu

Utilissimi questi link! Probabilmente domani assisteremo ad esperimento che cambierà la fisica come oggi (qualcuno di) noi la conosciamo.

Nessun commento:

Posta un commento