martedì 10 febbraio 2009

Pod to PC trasferisce la musica da qualsiasi iPod/iPhone sul tuo PC



Windows only: Pod to PC può prendere la musica e i video praticamente da qualsiasi iPod sincronizzato con Windows per trasferirla sul tuo PC, il tutto riuscendo ad evitare anche i duplicati.

Installate e avviate il programma, e se il vostro iPod/iPhone è collegato al vostro computer Pod to PC dovrebbe trovarlo e mostrare alcune informazioni:

Notare la visualizzazione dello spazio utilizzato molto simile a quella originale di iTunes, il nome dell'iPod, e la possibilità di Pod to PC di mostare anche quali tracce siano già caricate sul vostro iTunes. Quindi il pulsante "Automatic Transfer" che vedete in basso a destra (il programma ha una interfaccia da battaglia) non farà altro che trasferire le canzoni che non sono già presenti nella libreria del vostro iTunes, nel vostro iTunes! Oppure potete selezionari quali brani trasferire manualmente:

I suggerimenti ci mostrano quali brani sono già nella nostra libreria, quali sono protetti e quali no, e di che tipo di file multimediale si tratta. Selezionate i file che vi interessano e quando avete finito selezionate File -> Initiate transfer e vedrete un popup con i dati del trasferimento in corso. Pod to PC non può sostituire i file di iTunes, ma può creare un "Import File", ovvero un documento di testo che iTunes può leggere per importare più brani in una volta sola.

Purtroppo Pod to PC non è il programma più stabile del mondo, l'interfaccia è appena decente, e i crash non sono cosa rara, soprattutto quando si cerca di visualizzare una anteprima di un file. Ma funziona bene con iPod Touch o iPhone quanto con gli iPod di prima generazione, e riesce a catalogare bene quello che avete già e quello che non avete ancora. Per una guida completa e affidabile per trasferire musica beccatevi la nostra guida come copiare la musica dal vostro iPhone o iPod sul tuo computer gratuitamente.

Pod to PC è un programma gratuito compatibile solo con Windows.

Fonte: http://lifehacker.com

Che palle tradurre questo post, ma di sicuro ne vale la pena, almeno in questo modo si riesce ad aggirare una delle restrizioni più fastidiose dei prodotti Apple.

Nessun commento:

Posta un commento