mercoledì 23 settembre 2009

Black Widow: il tavolo dal design moderno e tecnologico da Aznom

Quando il design si unisce dall'alta tecnologia (in questo caso dei materiali) mi sciolgo come neve al sole. Se poi ci aggiungi anche la fibra di carbonio perdo totalmente il controllo della salivazione. Ci sono molti modi per esprimere l'unione del design e della tecnologia, e uno dei metodi più utilizzati dai designer sparsi per il mondo è quello di creare tavoli, magnifici tavoli. Questa volta gli artefici sono nostrani, la Aznom è infatti una piccola grande azienda italiana con sede a Monza, ed esprime appieno lo stile moderno-tecnologico-artigianale-fibradicarbonio che a me piace tanto. Leggendo sul sito ufficiale troviamo infatti che:
"Aznom progetta, produce e commercializza oggetti esclusivi con il proprio brand e per marchi eccellenti (Sassicaia, Bollinger, Codatronca, Catheram). Progetti unici che spaziano dal product design all'interior design con una costante: l'innovazione. Per noi il lusso non è ostentazione della ricchezza ma anticonformismo. Oggetti personali e personalizzabili realizzati con materiali carichi di tecnologia lavorati dalle sapienti mani di artigiani italiani. Così tradizione e innovazione si fondono in prodotti dal design esclusivo realizzati in piccola serie. Design, tecnologia, qualità e cura dei dettagli sono elementi fondanti di Aznom."
Se dovessi mai realizzare il mio sogno, aprirei una azienda proprio come questa, o perlomeno con lo stesso obiettivo, magari rivolta ANCHE al mondo dell'informatica. Sarebbe fantastico.

Ma torniamo sulla terra dove è stato presentato il Black Widow, un pezzo d'arredamento che non sfigurerà in nessun soggiorno. Leggiamo sul sito:
"Black Widow è un tavolo ispirato alla velocità concepito con la tecnologia e i materiali di un mezzo da corsa, dalle forme taglienti, in costante movimento. Una trave centrale in carbonio strutturale sostiene le gambe in alluminio fresato dal pieno. Il risultato è un tavolo che riesce a coniugare design innovativo e forti contenuti ingegneristici. Alluminio e carbonio si fondono creando un’architettura complessa, un telaio evoluto che richiama le macchine da competizione, visibile anche dal top grazie all’utilizzo di un piano in vetro che esalta la struttura di black widow. Black Widow nasce dalla lavorazione di un blocco in ergal da oltre 200 kg con una macchina a controllo numerico a 5 assi. Il tubo centrale in carbonio è la “spina dorsale” di black widow. Questo pezzo (ottenuto stratificando diversi fogli di carbonio sino a raggiungere lo spessore di 8 mm) è realizzato con la stessa tecnologia utilizzata per costruire gli alberi delle barche a vela da regata, per garantire un’elevata resistenza al carico. Nella parte terminale del tubo sono avvitati gli evoluti giunti in alluminio, frutto di complessi calcoli ingegneristici che permettono di collegare la trave in carbonio con le gambe distribuendo in modo uniforme i carichi sulla struttura. La parte superiore delle gambe, avvitata al giunto, è concepita come un telaio a cui vengono fissate delle lame in alluminio da 6 mm, carenate con delle lastre in carbonio per aumentarne la resistenza meccanica. La parte inferiore è caratterizzata dal complesso piedino regolabile in alluminio sempre fresato dal pieno. Le regolazioni vengono effettuate con una chiave a brugola fornita nel kit di montaggio."
Il prezzo di questo gioiello? Solamente 12,960 euro! Sotto potete ammirare le foto ad alta risoluzione del Black Widow, o se preferite visitate la pagina ufficiale a questo link.










Nessun commento:

Posta un commento