mercoledì 7 ottobre 2009

Amazon rilascia il Kindle in tutto il mondo

Da oggi il Kindle esce dai confini degli Stati Uniti e arriva potenzialmente in tutto il mondo. La versione internazionale dell’ebook resa disponibile sul sito di Amazon.com al prezzo di 279 dollari, utilizza la stessa tecnologia wireless 3G dei cellulari più avanzati, per collegarsi al Kindle Store e scaricare le versioni elettroniche di quotidiani come il New York Times, e di oltre 200.000 libri in lingua inglese messi a disposizione dalle più importanti case editrici: Atlantic Books, Bloomsbury, Canongate, Faber and Faber, Hachette, Harlequin, HarperCollins, Lonely Planet, Penguin, Profile Books, Quercus, Simon & Schuster and Wiley. Kindle_with_Corriere_Della_Sera_2.jpg

Le caratteristiche tecniche del lettore sono le stesse del modello finora disponibile solo sul mercato americano: schermo da 6 pollici con tecnologia a inchiostro elettronico che riproduce la qualità della carta stampata; funzioni di lettura di documenti in Word e Pdf, dizionario d’inglese integrato. Oltre ai libri, si possono acquistare per la prima volta in abbonamento, anche le edizioni elettroniche di molti quotidiani di vari paesi del mondo. In Italia ad esempio ci sono La Stampa e il Corriere della Sera, in Spagna El Pais, in Francia Le Monde, The Daily Telegraph in Uk, più altri prestigiosi quotidiani che già erano presenti nel Kindle Store (The New York Times, Frankfurter Allgemeine Zeitung, The International Herald Tribune, The Washington Post). In tutti i casi i contenuti vengono scaricati via wireless dal Kindle Store, grazie alla copertura globale 3G e Gprs. Il lettore dispone di una memoria di 2 GByte che consente di memorizzare fino a 1500 libri.
Da tempo si aspettava l’annuncio della disponibilità del Kindle nel mondo e una delle ipotesi più plausibili era il rilascio almeno in Inghilterra. Amazon.com ha fatto un passo in più aprendo la sua piattaforma ai carrier wireless di tutto il mondo. Da oggi il Kindle international si può già ordinare sul sito Amazon e dal 19 ottobre iniziano le spedizioni.

Fonte: http://www.pcprofessionale.it

Questa sarà sicuramente la rivoluzione scolastica dei prossimi anni, ovviamente per i paesi abbastanza progrediti, dimenticatevelo in Italia.

Nessun commento:

Posta un commento