venerdì 25 luglio 2008

La chiusura di Colombo-bt, il giorno dopo (aggiornamenti)

La chiusura di Colombo-bt, tracker BitTorrent, ha scosso l’ambiente del file sharing italiano. Inizialmente non è stato chiaro il motivo di questa chiusura: dall’attacco informatico fino alla “visita” della Guardia di Finanza, sono state fatte diverse ipotesi. Ma procediamo con ordine.

Giorno 22 luglio il sito è andato momentaneamente giù. L’ultimo avviso sul blog ufficiale (raggiungibile ormai solo via cache di Google)parla di un riavvio dei server. Colombo, infatti, ha sempre avuto problemi di lentezza, e questo momentaneo down è sembrato normale. Tuttavia, la notte tra il 24 e il 25, è apparso improvvisamente un messaggio sul sito: “Access denied in execution of an Italian Court Authority injunction”. Non è ancora chiaro il motivo di questo avviso, che, peraltro, è ancora presente.

Molte notizie si sono rincorse nella notte, e dai commenti al nostro precedente articolo e grazie anche al thread ufficiale dei moderatori presente su tntvillage, veniamo a sapere che alcuni admin del sito hanno ricevuto la visita della Guardia di Finanza. L’ultimo messaggio, apparso anche tra i nostri commenti, recita infatti “Allora, tutti zitti e fermi. La finanza ha fatto visita anche a navarca. Le chiavi dei server ormai sono in mano alla su detta. Gli utenti non rischiano niente, perciò tranquilli. Che dirvi, è stato un onore avervi avuto con tutti noi. Con grande rammarico vi confermo che la storia di Colombo si ferma quì. Un grosso bacio a tutti e vi abbraccio Dimenticavo, un mozzico, ma con dolcezza”.

Non ci sono quindi notizie ufficiali da parte degli organi di polizia, ma sembra che la fine di Colombo-bt, in ogni caso, sia definitiva.

Fonte: http://www.downloadblog.it

NOOOOOOOOO! Il mio tracker preferito! Maledetti!

1 commento:

gippo79 ha detto...

e ora dove li prendiamo i trackers italiani?

Posta un commento