mercoledì 5 dicembre 2007

Scimmie più intelligenti degli umani?





Questo video dimostra le potenzialità del nostro cervello. Nonostante qualcuno si possa letterlamente rivedere in uno scimpanzè, intendo dire che il cervello umano è molto simile a quello di uno scimpanzè ed è anche molto più potente. Sono sicuro che la maggior parte di voi si starà chiedendo "ma se questa scimmia riesce a fare questo esercizio così complicato da essere problematico anche per la maggior parte degli umani, sono più intelligenti?" paradossalmente il motivo percui riescono a fare questo esercizio sta proprio nell'essere meno intelligenti di noi. Ho visto un paio di documentari (che strano eh?) che trattavano questo argomento e le staordinarie capacità dovute a situazioni anormali. Mi spiego meglio. Sapete cos'è l'Autismo? Spero proprio di si, ma fare un piccolo riassunto non fa mai male. L'autismo è un disturbo cerebrale che si manifesta durante il secondo/terzo anno di età e compromette seriamente la vita sociale dell'individuo. Infatti questo disturbo porta chi ne è affetto ad isolarsi nella propria solitudine, e quello che è ancora più strano, chi ne è affetto assume capacità straordinarie. Le più famose sono quelle matematiche, individui che riescono a risolvere moltiplicazioni o divisioni con cifre spaventose, capacità mnemoniche fuori dal normale, capacità di conoscere quale giorno della settimana sia di qualsiasi data in appena pochi secondi. Le meno conosciute, e di conseguenza le meno spettacolari, sono quelle artistiche e anche quest'ultime sono davvero significative. Perchè vi ho parlato di autismo? Perchè questi individui che ne sono affetti hanno sviluppato il loro cervello in maniera diversa ad un individuo "normale", infatti dopo risonanze magnetiche, testimoniate anche in questo documentario, ci si è accorti che gli autistici, anche con lievi forme, usano parti diverse del cervello diverse dalla norma per fare svariati compiti. Queste abilità possono essere causate anche da un trauma cerebrale, infatti in questo documentario si parlava anche di un uomo sulla cinquantina che pochi anni prima ha avuto una emmorragia cerebrale dovuta alla rottura di due arterie nella parte sinistra del suo cervello. Questo lo ha quasi portato alla morte, ma una volta salvo, si è accorto di essere cambiato, sia nelle abilità che nel carattere. Da quell'episodio infatti non riesce a smettere di dipingere, di scrivere, e di esprimere tutta la sua creatività. Lui stesso ammette che è come se sia scattata una molla nella sua testa, che gli ha aperto la mente verso tutto quello che è artistico, e non riesce a controllare questa "esplosione di colori", parole sue. Si è parlato anche di una bambina di 4/5 anni che disegnava di continuo cavalli come se fosse guidata da Leonardo in persona. I disegni sono davvero stupefacenti, i tratti, le proporzioni sono perfette e la prospettiva è eccezionale. Mi spiace solo non potervi mostrare il disegno. La cosa strana è che passati questi suoi pochi anni di vita ha perso completamente questa sua abilità ed ha cominciato a disegnare i cavalli come una normale bambina. Queste sono le dimostrazioni che c'è una parte nascosta di noi, o meglio, del nostro cervello dentro di noi. Il nostro cervello infatti sarebbe capace di fare cose straordinarie, come calcoli complicatissimi, ricordare grandi quantità di informazioni, disegnare come un artista, ma siamo frenati da qualcosa. È significativo il fatto che chi riesce in questi compiti così complicati siano persone fuori dalla norma, con gravi problemi a socializzare, e altre cose di questo genere, perchè che ci crediate o no, il processo di socializzazione necessita di grandi risorse cerebrali se considerate la diffidenza, il dubbio, la fiducia, l'amicizia, l'amore, l'intimidazione. Queste cose ci hanno privato di alcune capacità del nostro cervello, occupate da concetti e pensieri molto più complessi rispetto ad un calcolo matematico, o un numero lunghissimo da ricordare. Se ci pensate infatti queste abilità sono molto "semplici" dal lato pratico, leggi un numero -> lo ricordi, leggi una espressione -> la risolvi, e via dicendo. So che vi potrà sembrare l'esatto contrario, ma se confrontiamo una persona affetta da autismo con una "normale"riscontriamo due anomalie:
  • Autistico: capacità molto ridotte di socializzazione, abilità straordinarie nei calcoli
  • Normale: capacità nella norma di socializzazione, abilita nella norma nei calcoli
Da questi dati potrete capire come il nostro essere nella media in entrambe i campi ci priva di primeggiare in uno soltanto. Questo ci riporta alla nostra scimmia del video, che possiede un cervello molto potente, infatti è simile al nostro, ma è priva delle nostre paranoie e dei nostri pensieri più complessi. Questo gli permette di mantenere la mente libera e scattante per tutti i processi più semplici come calcoli e memorizzazione visiva. Penso di avere scritto abbastanza per questo articolo e voglio solo aggiungere che il documentario in questione è "Quel genio del mio cervello" di National Geographics.

Nessun commento:

Posta un commento